QUARTIERE SAN DONATO - incontro avvenuto il 20 aprile 2016

CICLABILITA’

  • Bene presentazione: ci stiamo adeguando al futuro

  • Scetticismo riguardo agli obiettivi che il piano si pone. In particolare non si ritiene che gli scenari mostrati possano essere applicati alla realtà bolognese

  • Ciclopedonali sono un pericolo per il conflitto tra utenti deboli della strada. Promuovere galateo per condividere le regole

  • Conflitto tra pedoni e ciclisti sui percorsi ciclabili e pedonali

  • Le ciclabili sui marciapiedi sono un controsenso: serve galateo e dissuasori per disincentivare velocità dei ciclisti

  • Ponti di San Donato e Stalingrado pericolosi per conflitto tra pedoni e ciclisti

  • Problemi di sicurezza per pedoni e ciclisti in corrispondenza dell’attraversamento di via della Campagna

  • Specchio di via della Campagna: con umidità non si vede nulla

  • Via della Campagna: studiare soluzione per attraversamento ciclopedonale

  • Bene ampliamento della rete negli ultimi anni ma ci sono alcune criticità:

    • Via della Campagna

    • Ponte di San Donato

    • Alcuni attraversamenti pedonali (Parco San Donnino)

  • Z.I. Le Roveri potrebbe avere accessibilità diversa ma manca collegamento ciclabile (si va in macchina su via dell’industria ma in bici non è lontano, anzi… percezione dei tempi)

  • Z.I. Le Roveri non più solo zona artigianale:

    • Riconversione dell’area sta portando nuove eccellenza (coop. Etabeta)

    • Grosso progetto di un nuovo scavalco ferroviario

    • Con il quartiere si lavora per la connessione dei due quartieri separati dallo scalo ferroviario

  • Manca collegamento ciclabile lungo l’asse industriale

  • Strade rurali dove fare percorsi anche per il cicloturismo – valorizzare le preesistenze (chiesa S. Maria del 700, …) anche con percorsi tematici

  • Completare ciclabile lungo via Ferrarese per raggiungere Z.I. di Cadriano e Dozza

  • Già previsto e approvato il nuovo sottopasso ciclopedonale alla linea ferroviaria RFI Bologna-Prato in via Mondo a carico dell'ambito urbanistico Scandellara

MODERAZIONE DEL TRAFFICO E SICUREZZA

  • Importante la sicurezza per tutti gli utenti

  • Bene Zone 30 dove non servono piste ciclabili

  • Via Mondo e via del Terrapieno molto pericolose (velocità e restringimenti)

MANUTENZIONE

  • Percorsi ciclabili più vecchi sono un po’ abbandonati. Serve manutenzione

CRITICITA’ RILEVANTI

  • Ciclabile di via San Donato:

    • Grave conflitto con i pedoni in corrispondenza delle fermate Bus

    • A piedi grave conflitto con i ciclisti, soprattutto nell’attraversare la strada sulle strisce pedonali

  • Conflitto pedoni/ciclisti in corrispondenza delle fermate del trasporto pubblico, anche davanti alla Coop S. Donato

  • via San Donato: all’altezza della chiesa presenza di cassonetti sul percorso ciclabile

  • Problema di conflitti in corrispondenza delle fermate bus

VARIE

  • Valorizzare la partecipazione, purtroppo scarsa negli ultimi tempi

  • Bene il modello del nord Europa, quello che manca per Bologna è dove mettere le auto? Grosso handicap

  • Basta costruire nuove strade, le nuove tangenziali stanno devastando le campagne

  • Ridurre numero di auto in circolazione: ottima occasione il servizio ferroviario metropolitano

  • Intermodalità fondamentale per Bologna